Fuga dalla crisi con gli Atlas Sound

20 Giu

di Mariateresa Leone

In questo periodo di profonda crisi dell’essere umano eviterei di scrivere di aneliti e perduti amori.
Bradford James Cox, cantante statunitense dei DEERHUNTER e leader del mio amato progetto solista Atlas Sound, ad esempio, è un arguto conoscitore di escapismo. Si estrania da una realtà disagiata e si nutre di musica.
Potrei trarre spunto da lui.

© Ida Nordung

Probabilmente, anzi quasi sicuramente, ciò provocherebbe l’allontanamento da una consapevole e responsabile denuncia sociale, ma se agito a piccole dosi non accadrebbe nulla. Al contrario, potrei trarne un momentaneo e appagante giovamento.
Allora suggerisco l’ascolto di The light that failed, singolo tratto dal secondo album Logos.

Anche se, ahimè, confesso che mi ritorna in mente un messaggio successivo all’ascolto di questo brano in cui un ragazzo mi comunicava di aver imparato a fare i cuori virtuali. Ma questa evidentemente, è un’altra storia.

Non mi rimane che abbandonare il senso di gravità e lasciarmi travolgere dalle fluttuanti sonorità, tanto delicate quanto ruvide, dal rumore dei brillantini, di galassie sognanti, chitarre elettriche, acustiche e sintetizzatori.

Semmai qualcuno ascolterà, consiglio di munirsi di auricolari e poi magari, pensare a modalità d’escapismo in grado di salvare il mondo.

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: