Shelter

18 Giu

di Giulia Nardi

Lei si è appena girata e sta per andarsene. I capelli le hanno sbattuto sul viso con forza, come un macigno, come uno schiaffo. Tutti i movimenti sembrano congelati, impediti, violenti. Il primo passo, poi il secondo, poi il terzo. Lui la guarda. La confusione aleggia nell’aria della stanza e la strozza, la stanca. Le parole nella testa si incastrano come nei rebus, ma non c’è soluzione, solo la tipica rassegnazione di chi dice troppo spesso “non sono portato per queste cose”.

La sensazione di quando vorresti toccare ma non puoi, di quando il cuore ti preme sotto la gola ma non puoi sputarlo, di quando le incomprensioni costruiscono imperi e te ti fermi a guardare i lavori in corso. Facciamo finta che non ci interessa, proviamo a diventare invisibili. “Ti prego insegnami gentilmente come respirare”– questo vorrei poterti dire- fammi sentire cosa significa calpestare i luoghi comuni, le convenzioni, le costrizioni, vivere al di là del bene e del male, inspirare davvero, senza impedimenti né difese.

Paralizzato, in piedi come un soldatino di legno, dritto, senza fiatare. Fuori il gelo, dentro il magma; uno sbalzo di temperatura continuo mi impedisce di ragionare, mi brucia la lucidità. E intanto tu esci dalla stanza, chissà se in fondo sei calda anche te, chissà se questo freddo ti ha contagiato, chissà se ti ricordi ancora. Aspetto intanto.
Un giorno anche noi riusciremo a capirci con uno sguardo, e allora forse non avrò più bisogno di chiedere scusa.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: