La Tua Fottuta Intervista a Gianluca Giusti (La Famosa Etichetta Trovarobato/Mariposa)

23 Feb

LTFMA: Ciao Gianluca, chi è il genio tra voi che ha deciso di aggiungere al nome Trovarobato l’espressione La Famosa Etichetta e perché?
GGTrovarobato è il titolo di una canzone contenuta in un disco dei Mariposa, “Portobello Illusioni” del 2001, e sono stato io a proporre di aggiungere la dicitura La Famosa Etichetta per citare una vecchia etichetta inglese degli anni Settanta, The Famous Charisma Label. Si tratta di una label storica che ha lavorato soprattutto con la musica progressiva ed è stato poi assorbita dalla nascente Virgin.

LTFMA: Qual è la missione di Trovarobato nel mondo?
GG: Il nostro obiettivo principale è dare cittadinanza ad artisti che rimarrebbero sostanzialmente apolìdi, sans papiers del mercato indipendente. Non siamo soltanto un’etichetta ma, come il PCI con i propri iscritti, accompagnamo i nostri protetti dalla culla alla tomba.

LTFMA: Qual è la tua produzione preferita di Trovarobato e perché?
GG: Escludendo la mia band (ndr: Mariposa), direi che uno dei gruppi cui sono più affezionato sono gli Addamanera, prima produzione Trovarobato non Mariposa. Era un ensemble messinese di suono canterburiano, hanno pubblicato il loro primo album, “Nella tasca de il zio”, con noi nel 2005 e, qualche mese fa, attraverso la collana netlabel abbiamo fatto uscire il loro disco ancora inedito, “Un uomo che si pensava quell’altro”.

LTFMA: Esiste al momento una “scena” musicale in Italia?
GG: Certo, c’è una scena molto viva anche se spesso non valorizza gli spunti più originali. In particolare ci sarebbe bisogno di direzioni artistiche più coraggiose che sappiano unire la necessità di riempire i locali e i festival con un’attenta attività di scouting delle proposte veramente innovative e non standardizzate, lontane dai facili giovanilismi di cui questa stessa scena è piena e dalla tendenza a ripetersi.

LTFMA: Riesci a farmi i nomi di tre gruppi italiani che ti fanno proprio schifo?
GG: Lo schifo è una categoria etica. Esteticamente, invece, non apprezzo la superficialità dei Negramaro, ma sono talmente distanti dal nostro universo che potrebbe sembrare ovvio. Il peggior male della musica attualmente in circolazione in Italia è essere troppo spesso consolatoria e autoindulgente: un fenomeno come quello de Il Teatro degli Orrori mi sembra andare in questa direzione. In generale non apprezzo questa vena della musica impegnata ma non impegnativa.

LTFMA: Un’ultima domanda che rivolgiamo a tutti: credi che un certo tipo di musica, la tua, il più delle volte alternativa, possa fotterti?
GG: No, non credo che la musica possa fotterti. Il rock’n’roll mantiene giovani.

http://www.trovarobato.com/

Annunci

2 Risposte to “La Tua Fottuta Intervista a Gianluca Giusti (La Famosa Etichetta Trovarobato/Mariposa)”

  1. icittadiniprimaditutto febbraio 23, 2012 a 09:38 #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. icittadiniprimaditutto febbraio 23, 2012 a 11:53 #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: