Ignoro i riti del traffico

10 Feb

La strada è imbastita di bacilli sfreccianti verso il corpo da infettare.
Me li vedo brillare in velocità accanto a me, accelerano accanto a me, si bruciano all’orizzonte oltre me.
Io seduta nell’auto con in testa il cinematografo delle mie aritmie cardiache, uno sconquasso, le ondate dei flash del tuo sorriso: il mio cuore batte a vuoto.

Lo so, l’ho sempre saputo.
Ho infilato le perle di una collana lungo la carreggiata sbagliata, non ho mani per girare il volante e tornare nel senso giusto.
Non ha un punto di ritorno questo plastico nero obliato, con appiccicata su qualche pezzo di carta accartocciata a mo’ di stella.
Supero ogni limite, che tanto il mondo mi farà da perno, inchiodo il polso alla banalità del mio vagheggiarti, e riparto attraverso la notte.

Quale verso, strofa, strofetta, corda, armeggiata con maestrìa potrà compensare il mio non volo adesso che sono sulla banchina del decollo?

Elisa des Dorides

Advertisements

Una Risposta to “Ignoro i riti del traffico”

  1. icittadiniprimaditutto febbraio 10, 2012 a 13:35 #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: