Vedi Napoli e poi muori

14 Gen

Mai come ora posso ammettere d’essere vittima di una brutta e affascinante malattia, la nostalgia.
Quando avevo 16 anni vestivo con pantaloni a zampa d’elefante, portavo la giacca e il cappello a cilindro, ascoltavo solo beat e volevo vivere negli anni 60. Quando ne avevo 20 abitavo a Napoli ma sognavo Parigi negli anni 20. La casa dove vivevo era luminosa e un po’ kitch, dormivo in un letto in ferro battuto e avevo armadi grandi a sufficienza da poterci nascondere cinque cadaveri.
Ma quello che amavo di più della mia stanza era il piccolo soppalco al quale si arrivava grazie ad una scala a chiocciola: ci passavo le ore, era la zona della stanza che amavo di più. Se fuori pioveva, salivo lissù e ascoltavo The Dark Side Of The Moon al buio, da sola, seduta a terra.

Ma della città in cui vivevo m’importava poco perchè lei non capiva me e io non mi sforzavo di capire lei. Ho sempre pensato che tra di noi ci fosse reciproco odio e quando sono arrivata a Roma l’ho subito dimenticata, come una persona che non hai mai amato veramente.

Ed ecco che in una giornata uggiosa, a Roma, entra in scena la mia malattia: ripenso a Napoli e capisco che per me era tante cose.
Era la libertà per la prima volta, erano le strade sempre affollate, era il periodo di Natale e i panni stesi nei vicoli stretti, erano gli artisti di strada che incontravi in panetteria, era un complesso che suonava bossanova quando non avevi voglia di seguire il corso di Diritto Pubblico, era lo smog che colorava le albe e i tramonti di viola, era Port’Alba e i pomeriggi passati a spulciare tra le sue bancarelle di libri usati, era un giorno di Maggio a Castel Sant’Elmo, a spiare le barche che passavano sul Golfo col Vesuvio in lontananza.

Arianna Grilli

Advertisements

Una Risposta to “Vedi Napoli e poi muori”

  1. icittadiniprimaditutto gennaio 14, 2012 a 15:23 #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: