This must be the place ma è sempre ora di partire

12 Gen

This must be the place. Sì ma ‘questo’ quale?
C’è uno snodo di strade percorse, alcune liquefatte dal sole, altre svelate a tratti dagli abbaglianti dell’auto; non hanno tutte la stessa cornice, forse è questo che mi distrae.
I feel numb – burn with a weak heart sarà per questo che ho ai piedi gli anfibi come seconda pelle stile ‘reggimento da guerra che ho iniziato e non so quando finirà’.

Ed il trolley vicino al letto che mi dà sicurezza.
Feet on the ground head in the sky : la mia sicurezza è un mantello ricco di sfumature che si chiama incostanza.
Amare un posto fin tanto che si è lì. Amarlo perché sai che te ne andrai da lì. Ma prima c’è il tornare alle ramificazioni dei vecchi bronchi.
Le strade sterrate che ci hanno sbucciato i sogni ancora in provetta. Tornare per poter ripartire e andare più lontano.
I’m just an animal looking for a home, share the same space for a minute or two: questa è la sintesi perfetta di quello che non ti sai spiegare.
E’ sempre ora di partire.

Elisa des Dorides

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: