Odiare le feste è diventato uno stereotipo. Come amarle.

30 Dic

Caro 2012,

io non ti ho mai scritto (anche perché non ti conosco). Ma, ad ogni modo, ripongo in te gran parte delle mie speranze e a te mi rivolgo come fossi babbo natale, visto che, essendo io agnostico, considero più tollerabile rivolgermi a te che a una simile stronzata.

Ecco le suddette speranze:

Fica. Come ogni anno, non farmene mai mancare (non considerarmi un latin lover, sono solo uno che sfrutta la propria sensibilità).
Musica. Non ti chiedo di eliminare i gruppetti che ci sono oggi. Ti chiedo solo che più gente ascolti Dream Syndicate e Minutemen. Rendi i concerti di Wilco e Radiohead indimenticabili (ho paura per i secondi, lo ammetto).
Lavoro. Aiutami affinché io sia meno distratto sul lavoro, che i soldi siano sempre abbastanza, che non debba mai più chiedere ai miei un contributo. E fa sì che la politica che ci governa collassi in toto (una bella guerra civile, così mio padre la smetterà di dirmi che noi giovani non lottiamo).
Fantasia e curiosità. Tienimi sempre elettrico e curioso (ultimamente lo sono stato poco), fammi eliminare qualsiasi preconcetto, fammi essere libero ma non nichilista. E fammi trovare la forza di scrivere che ho perduto da tempo.
Salute. A tutti, tranne che ai miei nemici.

Caro 2012, a dirti la verità, baratterei tutte queste cose al volo, se facessi tornare in vita i Fugazi.
Fino ad allora, mi tengo stretti i Pissed Jeans.

Andrea Macrì

Una Risposta to “Odiare le feste è diventato uno stereotipo. Come amarle.”

  1. icittadiniprimaditutto dicembre 30, 2011 a 09:38 #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: