The Mother Road

9 Dic

Sono più di 5 anni oramai che ho sempre la valigia aperta in camera e pronta all’uso.
Della serie: ci può scappare qualche giorno da qualche parte.

Settimana scorsa sono stata a Bologna.
Il più delle volte è voglia di evadere.
Voglia di cambiare aria.
Voglia di scoprire.
E scoprirsi.

Osservare il mondo fuori che corre veloce da dietro il vetro di un treno mi allontana da me, tanto da farmi perdere di vista.
Mi vengono in mente le parole di Jack Kerouac in “On the road” e ogni volta mi immagino come dovrebbe essere attraversare con la macchina le interminabili highways dell’America e del Messico.

Sono sulla Route 66 e mi eccito al pensiero che davanti a me non vedo nulla.
Se non l’infinito.
Qualcosa mi urta. Mi sveglio. È il tipo affianco a me che si è alzato per prendere la valigia. Siamo arrivati.
Sono in qualche saloon con un gran bel cappello che mi ha regalato un vecchio cowboy e dalle finestre mi saluta una scritta che fa: “Welcome to Roma York”.

Dai, un po’ di America è anche qui.

Clara Natale

Advertisements

Una Risposta to “The Mother Road”

  1. icittadiniprimaditutto dicembre 9, 2011 a 09:51 #

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: