Rubber Soul

29 Nov

Al liceo si fa fatica a stare attenti.

Spesso guardiamo fuori dalla finestra sognando un mondo illusorio in cui si è impegnati a fare il supereroe o la rock star.

Difficilmente c’è qualcosa che cattura la nostra attenzione, se non gli scherzi alla tua vicina di banco rompipalle o una gara a chi fa battute inopportune alla prof di Matematica (nota bene: mai fare questa gara con i ragazzi, le battute porno battono tutto)

Un giorno però, il nuovo Prof. di letteratura inglese, un tipo alla Mr. Bean, soprannominato da tutti undertaker, entra in classe, senza dire una parola.

Porta sottobraccio uno stereo portatile. Inizia a distribuire fogli tra i banchi.

Non si gira neanche a considerare la solita secchiona che tenta invano di rendersi interessanti ai suoi occhi.

Undertaker vuole solo premere play. Ci fissa uno ad uno negli occhi e con un accento impeccabilmente british inizia:

Lesson number one, RUBBER SOUL.

(ps gli occhiali da sole al buio sono veramente il top)

Martina Sanzi

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: