E basta co’ sti gruppetti

27 Ott

Siamo onesti, guadiamo la realtà, si.. quella cosa sporca e viscida travestita da hotel di lusso, o da casa americana con le vetrate al posto dei muri: la realtà!

Nella realtà, la musica non è per tutti.
È di tutti, certo, di chi la vuole, ma non è per tutti.

Allora non basta essere amici, suonicchiare uno strumento e rompere i coglioni a chiunque per andare in giro a prendere 20 euro per divertirsi una sera.
O meglio, per divertirsi si.. ma la musica, anzi la Musica (visto che scrivo, la m maiuscola ve la posso far vedere)… quella è un’altra cosa.

Ti devi sbattere, ti devono scoppiare le corde vocali, e le dita devono essere piene di calli che le corde di ferro ti sono entrate nelle vene.

E poi devi – dopo tutto questo – devi avere quel qualcosa in più.. quella cosa che mi fa fermare a guardarti, e che mi fa perdere, che mi fa girare le viscere al contrario, per quattro minuti, che mi porta sul tuo profilo iutub, e che mi fa scrivere di te, anche se poi non scrivo di te, su un blog dallo sfondo grigetto e dal nome pomposo.

Alessandro Giustizieri

Annunci

3 Risposte to “E basta co’ sti gruppetti”

  1. Alessio Nicolini ottobre 27, 2011 a 11:23 #

    Quant’è vero!!!

  2. Francesca Ciri Cireddu ottobre 27, 2011 a 12:40 #

    BEN DETTO

  3. la tua fottuta musica alternativa ottobre 27, 2011 a 18:02 #

    Lo sfondo grigetto sparirà presto. Il nome no.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: