Mainstreaming

26 Ott

Ognuno ha le sue fissazioni nella vita: la mia è la radio.

Da ragazzino mettevo le cassette nello stereo e registravo le canzoni mentre ascoltavo la radio, la prima era una in cui Piccola stella senza cielo era il pezzo forte, me lo ricordo ancora, chissà perché. E mentre scrivo mi torna in mente che le prendevo o da Radio Dimensione Suono Roma o addirittura dalla coattissima Radio Globo. Giorni e giorni prima di beccare Ligabue, che all’epoca era indipendentissimo (e tamarrissimo, coi suoi stivaloni pitonati).

Passano gli anni e scopri le webradio, ti fai coinvolgere, sempre di più. Senza neanche accorgertene ti ritrovi a metterci anche la faccia. Oltre la voce. Poi la passione. Poi vieni travolto dalla musica italiana, quella vera, quella che prima la sudano, poi la suonano in una cantina, poi la registrano sempre un po’ di fretta ché i soldi sono pochi e bisogna massimizzare le ore in sala. E poi la suonano nei sottoscala dove non si rispetta nessuna norma di sicurezza, dove fanno mille gradi d’inverno e milleddue d’estate. Ma ci vai lo stesso.
Come vai ogni lunedì martedì e giovedì in radio. E contemporaneamente stai più o meno sempre appresso a un blog musicale (il tuo o quello di qualcun altro, che decide di ospitarti).

Poi un giorno, folgorazione: all’estero ci sono blog che pubblicano podcast di registrazioni di live. Cazzo, geniale. Possiamo registrarli anche noi, no?
La webradio in fondo cos’è, se non un blog fatto da una serie di Web Jockey, che ti propongono un podcast dopo l’altro, cercando anche di dargli una continuità, un senso logico?
E allora dopo il lunedì il martedì e il giovedì ti impegni pure il mercoledì. Perché trovi un locale (https://www.facebook.com/lemuramusicbar?sk=info) gestito da ragazzi che ci credono come te, come noi (e perché c’hai vicino chi ti supporta e sopporta, quando insegui ‘ste idee strampalati).
E alla fine coinvolgi pure Gianluca Polverari, che su Radio Città Aperta questa musica la spinge da 15 anni.
Da quando tu facevi le cassettine. E’ un cerchio che si chiude.

Insomma tutto questo per dire che dal 26 ottobre un mercoledì su due, se siete a Roma, ci trovate a Le Mura(Via di Porta Labicana 24, San Lorenzo).
Con questa rassegna (https://www.facebook.com/event.php?eid=281839271836547&ref=ts) che abbiamo chiamato Mainstreaming.

E che inizia con un’intervista+minilive della band, alle 19, in diretta. Con Gianluca Polverari che fa tipo il presentatore alla Red Ronnie (quello di prima che si facesse campare dalla Moratti, sia chiaro). Faranno da cavie, Mercoledì 26 ottobre, dei ragazzi napoletani che abbiamo scoperto quest’anno e si chiamano L’Amo (https://www.facebook.com/pages/LAmo/183077558377527?sk=info).
E se invece non potete venire, o quella sera state male, oppure siete venuti e v’è piaciuto così tanto il concerto che lo vorreste riascoltare. Beh, il mercoledì successivo, alle 19, lo trovate sempre su Fusoradio (http://www.fusoradio.net).
E dal giorno dopo potrete scaricarlo gratis.

Sembrava facile, detta così.
Invece vi ho appena raccontato i miei ultimi 15 anni di vita.

Tender Branson

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: